Alfredo Luigi Cornacchia

img

Nato nel 1972, si è diplomato brillantemente in Pianoforte, Direzione d’Orchestra (Conservatorio “E. R. Duni” di Matera), Organo, Composizione (Conservatorio “G. Verdi“ di Milano), Strumentazione per Banda, Musica Corale e Direzione di Coro (Conservatorio “N. Piccinni” di Bari), conseguendo anche il diploma accademico di II livello in Composizione (Conservatorio di Matera) e il Diplome de Concert in Organo (Conservatorio Superiore di Ginevra). La sua formazione è completata anche da Master accademici con prestigiosi maestri (Franco Medori, Carlo Lapegna, Francesco Nicolosi, Emanuele Arciuli, per il Pianoforte; Donato Renzetti, Piero Bellugi, Jorma Panula, Lu Ja,  Bruno Bartoletti, Giovanni Pelliccia, Marco Angius, Lior Shambadal,  per la direzione d’orchestra) e da numerosi studi sulla didattica (Biennio S.S.I.S.; Biennio Formazione Docenti di Strumento musicale; ecc.).

Come pianista ha partecipato a numerosi concorsi, classificandosi sempre nei primi posti: Festival Nazionale Giovani Promesse, Taranto ’92 (I premio); Concorso Nazionale pianistico “Città di Barletta”, ’92 (I premio); Concorso “V: Caffa Richetti”, Cortemilia (CN) ’94, (II premio); Premio Altruda, Vasto (Ch) ’95 (I premio assoluto); Concorso di Esecuzione pianistica, Melito (Na) ’95 (II premio [I premio non assegnato]); premio “S. Thalberg”, Napoli ’96; III Concorso Nazionale “Città di Pineto” (Te), ’96 (I premio); Concorso Europeo Mendelssohn Cup, categoria due pianoforti, Taurisano (Le), ’02 (II premio), ecc.

Ha tenuto concerti e lezioni-concerto, sia come solista che in duo (due Pianoforti, Flauto e Pianoforte, Clarinetto e Pianoforte, Canto e Pianoforte, Organo), con ottimi consensi di pubblico e di critica.

All’attività concertistica in varie formazioni (Pianoforte, Organo, due Pianoforti, Clarinetto e Pianoforte, e altre formazioni cameristiche) ha affiancato una costante attività compositiva in vari ambiti, come l’arrangiamento (21 fiorile 1799, dal CD Skuarrajazz del gruppo etnico ‘Uaragnaun; brani per l’Orchestra della Magna Grecia, concerti di Natale 2005 del Coro San Leucio di Brindisi, ecc.), la composizione originale (La muta delle ombre, dal CD 1799-1999, giacobini & sanfedisti; Preludio Corale, vincitore del II premio del Concorso per Composizione organistica “Rocco Rodio”, ediz. 2002; Walking in a graveyard, selezionato al II Concorso di Composizione “Rosolino Toscano e al Concorso Internazionale per una commissione di un brano organistico ad Alkmaar, Olanda; Dem lieben Gott per Organo, eseguito dall’autore a Ginevra (2008);  Adoriamo il Sacramento, vincitore del Premio speciale “Renato Lo Polito” al Premio  “Iconavetere – II Edizione, 2005”; Sanctus, vincitore del Premio “V.D’Arrigo” al Premio Internazionale Giordaniello, per composizioni di musica sacra, 2006; Tuba-Follia, per Tuba  e Orchestra [composto con Eros Sabbatani], scelto come brano d’obbligo al Concorso Internazionale per Tuba di Porcia ed eseguito recentemente in Corea e in Romania; Salve Regina, I premio al I concorso di Musica liturgica, Bagheria (Pa), 2010;  Astaroth, vincitore del III premio al II Concorso Parco San Rossore di Pisa;  Frames, I premio al Concorso Internazionale S. Cecilia, Roma; Scherzo veneziano, eseguito recentemente presso il Conservatorio di Milano, nella rassegna Centottoni; ecc.), la didattica (Sing & learn, raccolta di canzoncine per l’apprendimento della lingua inglese), la musica leggera.

Come direttore d’orchestra, ha diretto l’opera L’elisir d’amore di Donizetti, sempre allestita dal Coro Polifonico “S. Mercadante” di Altamura e il Concerto preinaugurale per la riapertura del Teatro “Mercadante” di Altamura; il musical Eleven, datosi in prima assoluta ad Andria, nel cartellone del “Festival Internazionale Castel dei Mondi”; Carmina Burana nel cartellone del “Festival Duni” a Matera, nell’anno 2002. Ha inoltre collaborato come direttore con l’orchestra ICO della Provincia di Bari, l’Orchestra Lucana, l’Orchestra della Magna Grecia, la South Symphonic Band, orchestra di fiati, ed altre formazioni orchestrali.

L’esperienza direttoriale si estende anche a quella corale: ormai consolidata la direzione del Coro Polifonico “S. Mercadante” e la collaborazione con altri cori (Ensemble vocale Aura Sonum), anche in produzioni ragguardevoli (Orfeo ed Euridice di Gluck, direzione di Bruno Aprea alla guida della ICO della Provincia di Bari). E’ direttore del Coro Polifonico “S. Mercadante” di Altamura.

Intensa si è rivelata l’attività didattica: tra i vari incarichi, è stato docente presso l’Università degli Studi di Bari (S.S.I.S. Puglia) e docente di Armonia complementare presso il Conservatorio “U. Giordano” di Rodi Garganico (Fg) e docente presso il Liceo Musicale di Matera.